Cerda: Geraci, soddisfatto per gli ulteriori 1.6 mln al contributo studenti pendolari 2018.

Esprime soddisfazione, il Sindaco di Cerda Salvatore Geraci, alla notizia che l’ARS ha esitato due atti che rimpinguano lo stanziamento dei fondi per il trasporto degli studenti pendolari dei comuni in dissesto finanziario.

Abbiamo intrapreso, dice Salvatore Geraci, un lavoro che sapevamo essere difficile ma che era l’unico per dimostrare quanto la Politica, se ben fatta, ascolta le istanze dei cittadini ed è consequenziale dando loro risposte.

Contrariamente a quanto ci proponeva qualche scienziato, per la verità poco avvezzo ad amministrare la cosa pubblica, non abbiamo razziato un bilancio già compromesso dal dissesto finanziario ma ci siamo sbracciati ed abbiamo fatto un lavoro di squadra che porta oggi i comuni in dissesto a poter contare su un’integrazione di 1,6 mln di euro per l’anno 2018 in favore delle famiglie degli studenti pendolari.

Il primo ringraziamento va al Capogruppo Salvatore Cicero, tecnico, studioso ed esperto di normative che ha elaborato il testo dell’emendamento che poi ha visto l’approvazione dell’ARS. Successivamente i Consiglieri Battaglia Domenico, Liberti Francesca insieme al sottoscritto e ad un rappresentante dei genitori Giuseppe Liberti, genitori che voglio ringraziare per la petizione di cui sono stati artefici, abbiamo chiesto di essere uditi in commissione bilancio.

Lì abbiamo avuto modo di portare le istanze delle tante famiglie che in questi mesi ci avevano chiesto aiuto ed abbiamo trovato l’ascolto e la comprensione da parte del Governo rappresentato dall’On. Savona che con la collaborazione di molti dei componenti della medesima commissione, ha esitato un atto con il quale si è reperito il primo milione di euro.

A quel punto potevamo anche ritenerci soddisfatti ma abbiamo voluto provare ad aumentare ulteriormente il budget relativo all’impegno di spesa in oggetto.

Grazie all’intervento del nostro Assessore e ViceSindaco Salvo Altadonna abbiamo chiesto agli On.li Sammartino e Cafeo un ulteriore impegno. Così è stato predisposto un sub-emendamento integrativo per ulteriori 600 mila euro a firma dei deputati PD Sammartino, Cafeo, Catanzaro e De Domenico che è stato approvato dall’aula.

Un ringraziamento ulteriore, conclude Geraci, va agli altri colleghi Sindaci dei 36 Comuni in dissesto con cui abbiamo fatto rete ed abbiamo trovato unità di intenti e solidarietà reciproca.

Il PD ha dato il chiaro segnale di aver ritrovato la strada per tornare a parlare con la gente dei loro problemi – così Salvo Cicero dirigente regionale del partito e riferimento del Comune di Cerda – invita i cittadini a non seguire i canti di sirene di chi propone soluzioni irrealizzabili ma piuttosto determinazioni di chi fa politica per il bene comune.
Mi rammarica – conclude l’assessore Altadonna – notare che su 11 deputati del mio partito soltanto 4 abbiamo abbracciato la questione, lo stesso capogruppo Giuseppe Lupo, nonostante i solleciti, non ci è sembrato particolarmente operoso. Probabilmente era impegnato a dividere il Pd invece di occuparsi dei comuni e dei loro problemi. L’importante è avere ristabilito il legittimo diritto allo studio dei nostri ragazzi ed avere alleggerito le famiglie che con sacrificio si impegnano per la loro crescita.

Leave a comment